You are currently viewing Acqua di Parma: delicata fragranza con più di un secolo di vita

Acqua di Parma: delicata fragranza con più di un secolo di vita

Acqua di Parma: delicata fragranza con più di un secolo di vita 1

Acqua di Param profumi e Moda

Si dice che i profumi siano profondamente personali: in effetti ognuno di noi è particolarmente legato a una fragranza specifica, a cui rimarrà fedele per molto, moltissimo tempo. Non appena troviamo un profumo che ci rispecchia, difficilmente lo rimpiazziamo con un altro. E se questo profumo è una colonia, con una storia secolare alle spalle, il valore accresce ancora di più. È il caso di Acqua di Parma, prestigioso marchio italiano affermato in tutto il mondo.

Anche se non sei un esperto di fragranze, sicuramente sarai in grado di riconoscere l’iconico flacone di Acqua di Parma, simbolo del lusso italiano: boccetta trasparente, tappo nero, etichetta centrale con logo e custodia gialla a forma cilindrica; sono queste le caratteristiche principali della sua versione più classica.

Acqua di Parma è uno dei marchi di profumeria made in Italy più celebrati di sempre. Tutti i suoi profumi hanno in comune un ingrediente, la colonia, soluzione leggera ed elegante, arricchita da agrumi a base di limone, arancia dolce e bergamotto di Calabria. Ci sono anche la lavanda, la rosa bulgara, la verbena, il rosmarino e il sandalo a comporre le note di molte fragranze di Acqua di Parma.

Acqua di Parma: storia di un orgoglio made in Italy

La fondazione di Acqua di Parma avviene grazie al barone Carlo Magnani, uomo raffinato ben inserito nei circoli più elitari di Parigi, New York e Londra. Un giorno il nobile decise di creare un profumo per suo uso personale. La fragranza, che proveniva da un piccolo laboratorio di essenze situato nel cuore di Parma, la battezzò con il nome di “Colonia”. Senza saperlo, Carlo Magnani stava fondando la prima e autentica colonia italiana.

Da Parma a Hollywood

Intorno agli anni ‘50 la Colonia di Acqua di Parma divenne un vero e proprio fenomeno italiano. Questo periodo vede l’Italia divenire un grande set cinematografico, nel quale viaggiavano tutte le grandi star della Hollywood d’oro. Durante il loro soggiorno, le celebrità non perdevano occasione per acquistare la fragranza, ben presto destinata alla fama mondiale.

Il decollo degli anni ‘90

Negli anni ’90 Acqua di Parma si prepara al nuovo millennio ampliando la propria gamma di fragranze fino a far parte nel 2001 del colosso LVMH, proprietario di marchi come Louis Vuitton, Dior e Fendi. 

Da qui in poi, il successo di Acqua di Parma continua inarrestabile, trasferendo il suo universo aromatico di lusso e raffinatezza di impronta italiana ad altri prodotti come articoli da viaggio, spa e tutto ciò che serve per una buona rasatura. Un grande esempio di come un uomo con stile e una buona idea possa creare un intero impero, capace di sopravvivere per decenni.

Approfondimento sull’iconico packaging 

Il flaconcino del brand Acqua di Parma è senza dubbio uno dei più riconoscibili sul mercato. L’identificativa scatola color giallo zafferano è un omaggio alle facciate dello stesso colore che hanno macchiato i palazzi nobiliari di Parma, fin dall’epoca barocca. Il suo stile è rimasto intatto sin dall’inizio (più di 100 anni fa). Lo stemma reale fa parte del suo logo e richiama lo stemma ducale di Parma ai tempi di María Luisa, la regina che elevò la città a nucleo di cultura e di stile.

Lascia un commento