You are currently viewing Truffe profumi online 2022: Instagram, Facebook e siti web

Truffe profumi online 2022: Instagram, Facebook e siti web

Truffe profumi online 2022: Instagram, Facebook e siti web 1

Quando si acquistano profumi online bisogna stare attenti, in quanto sul web circolano tantissime truffe di profumi. Ciò si verifica nel caso in cui non si conosce bene il venditore, e questo non è una profumeria autorizzata, oppure se si acquista dai social network come Facebook o Instagram. 

Potrebbe succedere, infatti, che i profumi venduti attraverso questi canali sono contraffatti oppure non originali. 

Un esempio è la truffa dei finti campioncini, dove all’interno della confezione e del flacone originale non vi è il profumo originale, ma uno contraffatto, o addirittura diluito.

Vi sono poi le truffe di profumi su Instagram, dove profili falsi che utilizzano il nome del Brand vendono fragranze al dettaglio a compratori ignari, che pensando di approfittare di offerte imperdibili acquistano profumi non originali.

Le truffe di profumi online sono davvero varie e molto spesso è difficile accorgersi dell’inganno finché non arriva la merce a casa, o finché non la si usa. Proprio per questo motivo è bene rivolgersi solo a fonti affidabili, e da profumerie online autorizzate.

Truffe di profumi online: quali le più famose? 

Le truffe di profumi sono davvero tantissime. Prime tra tutte sono quelle sul Marketplace di Facebook, dove privati mettono in vendita profumi di tutte le marche. Attenzione però: molto spesso si può andare incontro a profumi diluiti con alcool puro, e quindi già usati, oppure del tutto sostituiti. Quel che si ritrova in mano l’acquirente è dunque soltanto il flacone originale con la fragranza manomessa.

Sul Marketplace di Facebook vi sono profumi contraffatti. Questi assomigliano in tutto e per tutto all’originale, sia per quanto riguarda il flacone, sia per quanto riguarda l’aroma, tuttavia non sono quelli prodotti dal Brand. Questi, infatti, vengono prodotti con materie prime di scarto, e sono meno intensi e persistenti di quelli autentici, prodotti dai brand di nicchia. Vengono venduti a metà prezzo, e l’unico modo per accorgersi è controllare il logo del Brand: nella maggior parte dei casi, infatti, i profumi contraffatti riportano un logo diverso da quello originali, e chi non se ne intende può accorgersi della truffa da questo dettaglio.

La stessa cosa accade anche su Instagram, dove questi profumi vengono pubblicizzati da profili falsi che riportano il nome del Brand. Per accorgersi di questa truffa, basta controllare il sito a cui si viene inviati dopo aver premuto il link di acquisto: se non si tratta del sito originale dell’azienda, allora non acquistare nessun profumo perché si tratta di una truffa. Inoltre, se andate sul profilo di questi venditori, noterete che le foto sono quasi tutte uguali, e che i contenuti allegati non sono rilevanti. Va tenuto conto, inoltre, che un venditore serio non chiederà mai ricariche poste pay o di ricariche telefoniche. Inoltre, una profumeria online si avvale di un sito e-commerce, e non di pagine statiche o di vendita tramite e-mail.

Un’altra truffa di profumi che si può trovare sul web è la truffa dei campioncini. Il venditore dichiara di avere una partita di campioncini in vendita, distribuiti per permettere a tutti di accedere a fragranze costose e di nicchia. Tuttavia, all’interno di questi flaconcini non vi è il profumo autentico, ma uno contraffatto o diluito. 

Come riconoscere un profumo non originale

Per prevenire una truffa è essenziale sapere riconoscere un profumo originale, e distinguerlo da uno contraffatto. 

Nel confronto si parte dalla confezione: i profumi originali sono ben confezionati, in quanto il pregio dei loro prodotti lo si deve notare anche dal flacone, e non soltanto dalla fragranza stessa.

Occhio quindi ai dettagli e alle forme del flacone: un profumo contraffatto, infatti, avrà delle differenze anche minime dalla confezione originale. 

Un esempio è il Marc Jacobs Daisy Dream, di cui nell’ultimo anno sono stati prodotti diversi esemplari contraffatti, e venduti sottobanco tramite i social. La versione contraffatta di questo prodotto era riconoscibile grazie ai fiori, non presenti sul tappo, oppure presenti in numero inferiore. Inoltre, il liquido azzurro era molto più chiaro rispetto a quello originale. 

Un altro dettaglio da controllare, infatti, è proprio il liquido. Questo, solitamente è più chiaro o più scuro dei profumi originali, inoltre, dopo ogni spruzzo, espellono più alcool del normale, arrivando talvolta ad irritare le mucose.

Un profumo di qualità e originale, pur essendo persistente, non ha sempre lo stesso aroma, in quanto la fragranza si sviluppa nel tempo, attraversando tutta la piramide olfattiva. Un profumo di scarsa qualità, invece, non ha questa caratteristica, ma rimane invariato per tutta la durata. 

Solitamente, quelli contraffatti sono profumi di breve durata, in quanto sono per lo più composti da alcool. Tuttavia, la loro effettiva persistenza dipende dal PH della pelle.

Infine, l’ultimo parametro da controllare è il prezzo. I profumi falsi, infatti, sono solitamente venduti a metà del loro prezzo, o in sconto del 70%. Tuttavia, è altamente improbabile che il Brand decida di fare uno sconto di tale portata per un profumo di nicchia. Si tratta, infatti, di profumi eleganti e di pregio, con un alto costo di produzione. È quindi altamente improbabile che un profumo di Armani a 10€ sia originale. 

Dove acquistare i profumi

Acquistare profumi di nicchia dai social o da piattaforme apposite di vendita privata, quindi, non è mai una buona idea, specie se non si conosce il profilo di vendita o chi vende il profumo. È bene evitare di acquistarlo anche da siti e-commerce strutturati male, o che comunque di dubbia affidabilità. Questi, possono essere facilmente riconosciuti, in quanto non la foto o la descrizione del prodotto, oppure l’acquisto viene effettuato tramite lo scambio di e-mail.

Evitare, inoltre, di acquistare da negozi o venditori che richiedono il pagamento tramite ricarica Poste Pay, oppure ricarica telefonica. Un venditore serio e affidabile, infatti, permette sempre di effettuare transazioni sicure tramite carta di credito, oppure Pay Pal.

I profumi andrebbero, quindi, acquistati da profumerie autorizzate, affidabili e che aggiornano spesso le varie sezioni del sito. Inoltre, solitamente il profumo è accompagnato da una scheda di prodotto completa, con tanto di descrizione olfattiva.

In alternativa, i profumi possono essere acquistati direttamente sul sito del Brand, in modo da essere sicuri dell’affidabilità del venditore.

Lascia un commento